La sostenibilità al tempo del Coronavirus

  Con la situazione che ci ha travolti, che vede come protagonista il Covid-19, la plastica usa e getta ha nuovamente invaso le nostre vite. Soprattutto durante il periodo di lockdown c’è stata una esplosione di imballaggi in plastica monouso per gli alimenti da asporto. In un momento come questo, bisogna reinventarsi, guardare al futuro e cogliere l'occasione per dare dei segnali positivi: per questo diventa fondamentale l'attenzione all'ambiente, la scelta di prodotti compostabili, piuttosto che il mero utilizzo di prodotti monouso fabbricati...

Leggi di più...

Plastica o vetro? La scelta giusta per l’ambiente

Potrebbe sembrare una domanda banale perché in molti pensano che la risposta sia il vetro... invece è SBAGLIATA! Secondo quanto dice uno studio fatto dal The International Journal of Life Cycle Assessment, a chi obietta su quanto dichiarato sopra, afferma che riutilizzare una bottiglia di vetro tre volte abbassa la sua impronta di carbonio al livello di quella di una bottiglia di plastica usa-e-getta; se tuttavia la bottiglia di plastica viene riciclata, allora quella di vetro dovrà essere riutilizzata...

Leggi di più...

Perché, oggi più che mai, utilizzare i sacchi bio compostabili è la scelta giusta

In questo periodo di quarantena le abitudini delle persone sono cambiate: sono rallentate, si sono alleggerite dalla frenesia giornaliera e così anche il pianeta ha avuto un momento di riposo dal trambusto e dall’ inquinamento umano. I risultati della quarantena ambientale sono tangibili e sorprendenti e , ora più che mai, non si può tornare indietro e, continuando a fare le scelte giuste, si può arrivare tutti insieme ad un risultato efficiente e positivo. “L'umanità va in quarantena e l'ambiente ringrazia....

Leggi di più...
sacchi biodegradabili

Sacchi biodegradabili, perché è importante utilizzarli?

L'utilizzo dei sacchi biodegradabili sono un significante inizio per contribuire alla salvaguardia del pianeta. Innondato, oramai, di microplastiche Oggi più che mai l'emergenza è altissima e ognuno di noi può fare qualcosa. Come? partendo da piccoli gesti quotidiani, come l'utilizzo dei sacchi biodegradabili. Sacchi biodegradabili: di cosa sono fatti? "I sacchi biodegradabili hanno la capacità di essere degradati in sostanze più semplici mediante all'attività di rielaborazione dei microrganismi. Al termine di questo processo, le sostanze organiche di partenza vengono trasformate in molecole...

Leggi di più...

Perché è importante riconoscere la qualità dei sacchi per l’umido?

I sacchi per l’umido bio compostabili certificati, permettono ai rifiuti di assumere un nuovo valore attraverso il compostaggio, ovvero dare vita ad una sorta di Humus ricco di materia organica, proteine e carboidrati. I sacchi per l’umido, oltre a dover essere efficienti in termini di robustezza e capienza per la raccolta degli scarti di cibo, ha lo scopo di creare nuovo valore dai rifiuti organici. E’ necessario, infatti, partire da una materia prima non contaminata e ciò presuppone una corretta raccolta...

Leggi di più...

Campeggi green e la qualità dei sacchi per la raccolta differenziata

Le vacanze natalizie sono ormai alle porte e gli amanti della natura decidono sempre più spesso di trascorrerle in campeggi ben attrezzati, godendosi a pieno le bellezze che ci circondano. Molto importante é che siano ben attrezzati di ottimi sacchi per la raccolta differenziata adatti per i campeggi per poter rispettare il nostro pianeta. La sensibilizzazione al problema inquinamento e quindi, del giusto utilizzo dei giusti sacchi per la raccolta differenziata soprattutto nei campeggi, é continua crescita. Perché é importante la...

Leggi di più...

Quanto conta la qualità dei sacchi per la raccolta differenziata?

I rifiuti prodotti, specie negli ambienti di ristorazione, come gli hotel , sono di grande quantità. Ecco perché diventano un punto chiave i Sacchi per la raccolta differenziata. Questi ultimi, infatti, é necessario che siano di ottima qualità per fare in modo che la differenziazione dei rifiuti non sia vana. Sacchi per la raccolta differenziata: salviamo l'ambiente Oggi più che mai, é molto alta l'attenzione alla differenziazione dei rifiuti grazie alle tante campagne di sensibilizzazione all'ambiente. Proteggiamo con delle piccole, ma fondamentali,...

Leggi di più...

Sacchi bio compostabili anti goccia o a pomodoro?

I Sacchi bio compostabili sono un ottimo alleato per la natura nella raccolta dei rifiuti all'interno della propria abitazione o rifiuti verdi. Perché? I suoi componenti possono essere tramutati in compost per l'ambiente, ovvero trasformabile in terriccio fertile e ricco di sostanze organiche. La sua decomposizione, avviene, infatti, in soli 3 mesi. Sacchi bio compostabili, quali scegliere? I rifiuti non sono tutti uguali, ecco perché anche la scelta dei Sacchi deve essere accurata. Analizziamone due categorie: -anti goccia - a pomodoro Ciò che li differenzia é...

Leggi di più...

Sacchi per l’umido: fai la differenza

I sacchi per l’umido assumono una rilevanza fondamentale nella raccolta differenziata. Questo perché dagli scarti di cibo è possibile ricavare un ottimo prodotto.  Oltre che per l’agricoltura è interessante per la generazione di energia rinnovabile, quale il biogas, in quanto grazie alla combustione genera elettricità. I benefici dei sacchi per l’umido sono molteplici anche per un utilizzo all’interno delle mura domestiche. Sono facilmente trasformabili, infatti, in concime naturale nel processo di decomposizione. Cosa inserire nei sacchi per l’umido: Ogni rifiuto organico si consiglia di...

Leggi di più...

Sacchi biodegradabili: il CONAI inserisce il contributo ambientale

Per una corretta e consapevole raccolta differenziata è necessario utilizzare i sacchi biodegradabili, per la raccolta dell'umido devono essere anche compostabili, per ridurre al massimo l'impatto negativo nell'ambiente. CONAI: nuovo regolamento anche sui sacchi biodegradabili. Dal 1° gennaio 2019 il CONAI applica un contributo ambientale sugli imballaggi, ripartito tra produttori e utilizzatori. Tali costi, sulla base di quanto previsto dal Decreto legislativo 152/06, vengono ripartiti “in proporzione alla quantità totale, al peso e alla tipologia del materiale di imballaggio immessi sul mercato...

Leggi di più...