Sacchi per l’organico per grossisiti, a chi rivolgersi

Sacchi per l’organico per grossisiti, a chi rivolgersi

Le esigenze sui sacchi per l’organico dei grossisti sono molto specifiche. Questo perché dal 1 gennaio 2018, come ben sappiamo, è obbligatorio che i sacchi per l’organico siano conformi alla legge, quindi devono essere biodegradabili e compostabili.

Il nostro Paese ne consuma in grandi quantità, principalmente per la varietà della dieta mediterranea, ovvero un’abbondante quantità di frutta e verdura.

Spesso i grossisti di sacchi per l’umido non sanno a che azienda affidarsi per i propri acquisti. Per tutti gli scarti che vengono generati, infatti, è necessario che vengano utilizzati i giusti sacchi per l’organico.

Caratteristiche dei sacchi per l’organico per grossisti.

I grossisti di sacchi per l’organico necessitano di prodotti che siano conformi per un corretto smaltimento. Devono avere, infatti, delle caratteristiche che li differenzia particolarmente dagli altri sacchi. Innanzitutto devono essere

  • Biodegradabili
  • Compostabili
  • Non contenere alcun tipo di plastica.

per far sì che non vadano ad inquinare il processo di smaltimento naturale del rifiuto.

I sacchi per l’organico necessitano di alta qualità.

Se i grossisti non si affidano alla giusta azienda, accade che il consumatore finale si ritrovi dei sacchi per l’organico di bassa qualità e durante il loro utilizzo si rompono. Questo porta situazioni scomode all’interno dell’ambiente domestico che vorremmo evitare, quali:

  • Cattivi odori
  • Perdita di liquidi dai rifiuti organici
  • Sporco

Per questo è necessario che i grossisti non sottovalutino i sottovalutino i sacchi per l’organico.

 

È il dettaglio a fare la differenza di un prodotto.

L’azienda Nec di Pesaro, specializzata anche in sacchi per l’organico, si pone elevati standard da soddisfare. In questo modo riesce a soddisfare elevati standard, quali:

  • massima qualità
  • resistenza
  • conservazione dei tuoi rifiuti.

La qualità dei sacchetti per l’umido, quindi, rende la raccolta differenziata un incentivo piuttosto che un peso.

Per conoscere dettagliatamente tutta la linea e valutare le nostre schede tecniche, contattaci o sfoglia il catalogo

 

 


Fonti:

https://www.adnkronos.com/sostenibilita/risorse/2018/01/09/sacchetti-bio-cose-sapere-per-raccolta-dell-umido_YUb7pDkd8LD1uTMWnh4ePJ.html?refresh_ce

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *