Autore - Ufficio Stampa

Sacchi biodegradabili: il CONAI inserisce il contributo ambientale

Per una corretta e consapevole raccolta differenziata è necessario utilizzare i sacchi biodegradabili, per la raccolta dell'umido devono essere anche compostabili, per ridurre al massimo l'impatto negativo nell'ambiente. CONAI: nuovo regolamento anche sui sacchi biodegradabili. Dal 1° gennaio 2019 il CONAI applica un contributo ambientale sugli imballaggi, ripartito tra produttori e utilizzatori. Tali costi, sulla base di quanto previsto dal Decreto legislativo 152/06, vengono ripartiti “in proporzione alla quantità totale, al peso e alla tipologia del materiale di imballaggio immessi sul mercato...

Leggi di più...

Sacchi per l’organico per grossisiti, a chi rivolgersi

Le esigenze sui sacchi per l’organico dei grossisti sono molto specifiche. Questo perché dal 1 gennaio 2018, come ben sappiamo, è obbligatorio che i sacchi per l’organico siano conformi alla legge, quindi devono essere biodegradabili e compostabili. Il nostro Paese ne consuma in grandi quantità, principalmente per la varietà della dieta mediterranea, ovvero un’abbondante quantità di frutta e verdura. Spesso i grossisti di sacchi per l’umido non sanno a che azienda affidarsi per i propri acquisti. Per tutti gli scarti che...

Leggi di più...

Sacchi bio compostabili: il formato più adatto a te

I rifiuti prodotti nella stagione estiva sono sicuramente in maggior quantità rispetto alle precedenti. Si necessita, quindi, di specifici sacchi bio compostabili, specie se si opera in un esercizio turistico - alimentare. Gli scarti di cibo, che spaziano dal pesce alla verdura, potrebbero rappresentare, infatti, un grande problema se non si hanno sacchi bio compostabili delle giuste grandezze. I sacchi bio compostabili, il punto di forza di Nec-eco Quante volte vi siete trovati di fronte all'esigenza di sacchi per l'umido di grandi...

Leggi di più...

Sacchi bio compostabili: una scelta per l’ambiente

Oggi più che mai ognuno di noi sente la necessità di sostenere l’ambiente, anche in ogni più piccolo gesto quotidiano. Ma da dove iniziare? Un ottimo alleato possono essere i sacchi bio compostabili, in quanto consentono di ottenere un prodotto naturale. Caratteristiche dei sacchi bio compostabili È fondamentale che il cittadino sappia riconoscere quando i sacchi bio compostabili che sta acquistando sia consono in modo da non essere ingannato. Quindi, a che cosa deve fare principalmente attenzione? Innanzitutto deve essere presente la...

Leggi di più...

Sacchi per l’umido e frutta estiva, scegli l’alleato perfetto

Al momento dell'acquisto dei sacchi per l'umido, però, è importante tenere in considerazione anche la loro funzionalità. L'estate è alle porte e il consumo di frutta e verdura aumenta considerevolmente, grazie anche alla vasta scelta stagionale. L'Estate è alle porte, non farti trovare impreparato. Usa i giusti sacchi per l'umido Tutti gli scarti che vengono prodotti è necessario che vengano raccolti nei giusti sacchi per l'umido. In particolar modo, i rifiuti di cocomero e melone, in questa stagione, sono numerosi e producono un'elevata...

Leggi di più...
Importanza del riciclo

L’importanza del riciclo

L’importanza del riciclo L’educazione al riciclo deve essere insegnata ai bambini sin dalla loro tenera età. La loro capacità di apprendimento in una fascia prescolare e scolare è molto più alta rispetto a una età adulta e ciò porta a fissare dei comportamenti che dureranno per tutta la vita. Quando nei vari comuni italiani è stata introdotta la raccolta differenziata, soprattutto quella porta a porta, molte persone si sono trovate in difficoltà e l’abitudine di buttare tutto in un unico cestino...

Leggi di più...
sacchetti biodegradabili

Più valore al riciclo del Plasmix

Plastiche eterogenee dai sacchi immondizia a risorsa Nel corso degli anni, la popolazione è diventata sempre più sensibile al benessere comune, non solo in senso economico ma, anche ambientale. Per questo motivo, si è pensato al riutilizzo del plasmix: insieme di plastiche eterogenee incluse negli imballaggi post-consumo e non recuperate come singoli polimeri che possono essere usate per produrre granuli da riciclo a base poliolefinica, come pellicole, film, buste, utilizzate negli imballaggi, ad esempio, di cui sono pieni gli scaffali dei...

Leggi di più...

Sacchetti Biodegradabili, tutto quello che c’è da sapere

Bioplastica: che cos'è I sacchetti biodegradabili sono in bioplastica, un tipo di plastica che deriva da materie prime rinnovabili e riciclabile. E per tanto non inquinante. La bioplastica va incontro alle esigenze di chi ama l’ambiente, ma non rinuncia alla comodità del progresso: è una valida alternativa alla plastica tradizionale. Bioplastica: differenze rispetto alla plastica tradizionale La bioplastica è prodotta da farina o amido di mais, grano o altri cereali. Il risultato è un prodotto simile alla plastica ma assolutamente biodegradabile, che scompare in...

Leggi di più...

Sacchi pattumiera in PLT: tutti i vantaggi

Un sacchetto di plastica (comunemente chiamato anche busta o borsa di plastica) è un particolare tipo di imballaggio costituito da un film sottile e flessibile in materiale plastico (in genere polietilene). Che cos'è il Polietilene Il polietilene (noto anche come politene) è il più semplice dei polimeri sintetici ed è la più comune fra le materie plastiche. Il polietilene è una resina termoplastica, si presenta come un solido trasparente (forma amorfa) o bianco (forma cristallina) con ottime proprietà isolanti e di stabilità chimica. E' un materiale molto versatile e una delle materie plastiche più economiche. Viene...

Leggi di più...
raccolta differenziata

Il Futuro dei sacchi per l’immondizia nell’economia circolare

Economia Lineare,"Take-Make-Dispose" Nel corso degli ultimi due secoli, il sistema economico si è sviluppato secondo una logica di produzione e consumo lineare, denominata “take-make-dispose”. Secondo questo processo, prendiamo le materie prima, costruiamo qualcosa, la usiamo e poi la gettiamo via. Si parla di linea perché terminato il consumo finisce anche il ciclo del prodotto che diventa semplicemente un rifiuto e rimane nei sacchi dell'immondizia. In questo modo la catena economica è costretta a riprendere sempre lo stesso schema: estrazione produzione consumo smaltimento. Per esempio, esce l'ultimo computer sul mercato? Lo compriamo e buttiamo quello vecchio....

Leggi di più...