Avete mai sentito parlare di compostaggio dei rifiuti? L’utilizzo dei sacchetti biodegradabili e biocompostabili è fondamentale per favorire questo processo. Ma di cosa si tratta? Facciamo subito un po’ di chiarezza sul tema.

 

Il Compost

compost-sacchetti-biodegradabiliCome i materiali in plastica, carta, vetro e alluminio che, se smaltiti correttamente. danno vita a nuovi prodotti, lo stesso avviene anche per i rifiuti organici che possono produrre nuovo valore attraverso il “compostaggio”, da “compost”, ovvero il prodotto di questo processo.

Il compost non è altro che il residuo di materie organiche, come cibo, fogliame, piante e letame, che attraverso il processo di compostaggio, dare vita ad una sorta di Humus ricco di materia organica, proteine e carboidrati.

Per produrre un compost di qualità i sacchetti devono essere certificati, e riportare le scritte “biodegradabile e compostabile”.

Il compostaggio è un processo biologico che ha lo scopo di creare nuovo valore dai rifiuti organici; esistono varie possibilità in cui il compost può essere impiegato, ma è necessario partire da una materia prima non contaminata e ciò presuppone una corretta raccolta differenziata nel rispetto delle regole vigenti.

 

Tipologie di compost e utilizzi

  • Ammendante Compostato Verde (ACV): è il compost che si ottiene con gli scarti vegetali. Molto utile per pratiche agricole e florovivaistiche;

 

  • Ammendante Compostato Misto (ACM): in questo caso il compost di scarti vegetali viene mischiato insieme a scarti alimentari, zootecnici, ecc. Viene impiegato principalmente in agricoltura, frutticoltura, viticoltura e orticoltura.

 

Ma il compost non è utile solo dal punto di vista ecologico, ma anche da un punto di vista economico, essendo un prodotto molto richiesto sul mercato. In ambito domestico il compost è molto utile per fertilizzare il terreno.

Inoltre, secondo i dati disponibili, relativi al 2016, il compostaggio viene impiegato per il trattamento biologico dei rifiuti organici del 59,4% del totale, come emerge da questo grafico.


 

Oggi in Italia, vengono prodotte circa 600.000 tonnellate di compost all’anno e  viene utilizzato:

 

  • dall’industria dei fertilizzanti e venduto a giardinieri e amanti del giardinaggio tramite la GDO e i negozi specializzati;
  • dal commercio al dettaglio o all’ingrosso direttamente presso l’impianto, una soluzione molto comoda per chi risiede nei pressi dello stesso e può andare ad approvvigionarsi di un prodotto fresco senza passare per la distribuzione tradizionale;
  • da aziende agricole per fertilizzare le colture;
  • da aziende agricole biologiche, in sostituzione di fertilizzanti chimici e di letame.

Fonte:

Gli imballaggi in bioplastica diventano compost: scopri quali sono

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi